Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

La grande battaglia che fa parlare da tantissimi anni gli appassionati di fotografia. Sì perché ognuna delle due ha pregi e difetti. Si parla molto oggi del fatto che le grandi case produttrici si stiano orientando verso la produzione di fotocamere MIRRORLESS, ritagliandosi un bel pezzo di cuore della comunità dei fotografi.

Ripassiamo, come è fatta una REFLEX? Come abbiamo già visto... le reflex (riflesso) si chiamano cosi perchè sono costruite in modo che la luce, in fase di puntamento, attraverso l'obiettivo vada a sbattere contro lo specchio che vi hanno all'interno cosi da deviare in alto verso il cosidetto pentaprisma, un cristallo costruito per mandare l'immagine verso il mirino ottico; oppure possiamo trovare un pentaspecchio, che ha la forma uguale al cristallo, ma si tratta di piccoli specchietti incollati insieme per deviare la luce verso il mirino.

Ma perchè un pentaprima e non un normale specchio? Ottima osservazione! è vero la luce passerebbe ugualmente e la costruzione di una reflex sarebbe più semplice, ma ci sarebbe un problema. Quale? Guarda nella foto qui sotto.

Le lenti fanno in modo che la luce che passa al loro interno capovolga l'immagine e se le reflex fossero costruite in questa maniera, si vedrebbe tutto sottosopra.

Curiosità: Alcuni produttori di fotocamere usano il mirino detto a pozzetto. Tipo questo!

Magari in un altro articolo parleremo meglio di questo gioiello qui sopra. Diciamo che era solo per stuzzicarti la curiosità.

Passiamo alle MIRRORLESS qual'è la differenza? la differenza per quanto riguarda il passaggio della luce è netta. Le mirrorless NON usano SPECCHIO e PENTAPRISMA. Significa che la luce che passa per l'obiettivo colpisce direttamente il sensore, in tal modo è possibile usa lo schermo della fotocamera per puntare o un MIRINO ELETTRONICO, che è un piccolo schermo nell'oculare per poter osservare l'immagine.

ATTENZIONE: il termine mirrorless è appropriato solo nel caso delle fotocamere digitali ad obiettivo intercambiabile e NON delle compatte o fotocamere a pellicola (benché non abbiano specchio).

Uno dei vantaggi di usare una mirrorless è quella del peso e dell'ingombro, infatti queste fotocamere è risaputo che sono più piccole e portatili, ovviamente più maneggevoli. Il fatto che siano più piccole però non influisce sulla resa qualitativa, perchè al loro interno c'è lo stesso sensore che troviamo nelle reflex, aps-c (per la maggio parte dei casi) e full frame.

Un altro vantaggio è quello che, avendo un mirino elettronico, possiamo vedere l'effetto che le impostazioni che stiamo usando avranno sulla foto, ad esempio, se utilizziamo un iso troppo basso, in una reflex lo vedremmo dopo aver scattato, al contrario della mirrorless.

Ovviamente molti vantaggi, ma se scegliete una mirrorless ricordatevi di portarvi dietro un bel po di batterie... modo di dire che le mirrorless hanno tanti vantaggi proprio perchè sono totalmente elettroniche e per alimentare continuamente uno schermo od un mirino elettronico ci vuole un utilizzo continuo della batteria, ma questo non è un problema, in commercio si trovano anche non originali e compatibili a buon mercato quindi penso sia uno scoglio ampiamente sormontabile.

Ok abbiamo parlato delle mirrorless, ma per quanto riguarda le reflex? Abbiamo qualche vantaggio? Senza l'aiuto elettronico dovrai studiare un po di più la teoria fotografica per sapere come verrà uno scatto senza vederlo in anteprima. Inoltre sicuramente se vuoi cominciare nel mondo della fotografia senza spendere molto, ti consiglio una reflex usata.
Essendo un sistema più vecchio delle mirrorless, le reflex godono oggi di un buon mercato nell'usato. Potremmo comprare reflex che solo 5 o 6 anni fa costavano una piccola fortuna ad addirittura un quarto del prezzo iniziale.

Come scegliere una reflex e su cosa dobbiamo basarci per quanto riguarda l'usato? Lo vedremo nei prossimi articoli.

 

 

 

Tag(s) : #fotografia

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: