Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Comincio col dire che questo post è provocatorio e allo stesso tempo riflessivo, spero ne vengano carpite le sfaccettature.

Mi scuso della prolungata assenza dal blog, si è vero purtroppo non ho avuto molte possibilità di scrivere, ma bando alle ciance.

Oggi incredibilmente si sta verificando un grande paradosso nella storia della fotografia. Me ne sono accorto perchè, ormai come molti sanno mi piace "sondare" il mercato delle reflex usate e quelle nuove.

In cosa consiste questo paradosso? Il titolo avrà sicuramente dato un idea precisa. Mai come prima abbiamo cosi tanta scelta di macchine fotografiche a prezzi stracciati, cosa che a me non dispiace, perchè è anche grazie ai bassi costi che mi sono appassionato alla fotografia, ma il vero problema è che, più che una passione, oggi è diventata una moda, avere una fotocamera e vantarsene sui social.

La "moda della reflex" avviene grazie al fatto che con due lire, uno si riesce a comprare la propria fotocamera, quasi come fosse un oggetto di abbigliamento. "Guarda come si abbina bene la reflex all'outfit", ovviamente quest'esempio è un esagerazione delle esagerazioni... però rende l'idea.

Perchè comprarsi una reflex? colpa di chi l'ha comprata senza conoscere il senso del suo acquisto. Cosa intendo dire? il fatto è che ultimamente, sui social e in generale vedo persone che comprano la propria reflex e pubblicizzano la cosa in maniera quasi virale, ad esempio: scattano delle foto alla propria macchina e le postano, comprano obiettivi e li postano sui social, fanno mezza foto ad un gatto e postano frasi tipo: "Shutter by Canon 5d mk IV - 85mm 1.8 USM".
Ovviamente poi, se qualcuno tra i suoi amici è abbastanza influente, porterà qualcun'altro a interessarsi di comprare  una reflex per scoprire alla fine che non è il suo mondo. Con questo non voglio dire che non bisogna provare a coltivare le prorpie passioni, per carità, ma almeno che queste nascano in maniera personale e non per moda.

Perchè nel titolo parlo di fotografi? Con "fotografi" non voglio additare coloro che della fotografia ne hanno fatto un mestiere, ma il titolo di fotografo lo voglio associare, almeno, a coloro che un minimo di fotografia l'hanno studiata.
Ora non serve quello di turno che mi dice che non tutti possono permettersi un corso di fotografia serio. Condivido a pieno, ma dico anche che su internet si possono imparare nozioni di base, che tra le altre cose sono un ottimo punto di partenza e possono portare chi vuole approfondire, GRATIS.

Allora segui il mio consiglio, se compri una reflex almeno qualcosina di basilare cerca di studiarlo. Le paroline magiche da capire sono le solite: ISO, APERTURA, TEMPO.

Ormai il "danno" è fatto: quale "danno"? MARKETING. Le case di produzione studiano il mercato e in quale direzione sta andando. Se io fossi una grande azienda che produce reflex oggi, punterei sui novizi e i curiosi della fotografia per fare sempre più soldi, perchè purtroppo la verità è questa.
In questo periodo escono reflex sempre più plasticose, sempre più leggere (perchè deve stare in mano al ragazzino di 12 anni), sempre più megapixel (perche i mpx fanno gola), processori che ormai sono quasi un intelligenza artificiale (mica vorrai che le foto in automatico escano male).
A favore dei bassi costi, ma reflex più fragili della porcellana (ho una Canon 50d, fidati che di carri armati del genere non ne fanno più).

Cosa succede se il mercato continua ad andare in quella direzione? semplice: una calata generale della qualità di produzione semiprofessionale, aumentandone i costi e un esagerata produzione di fotocamere a basso costo, con il wifi incorporato magari.

Io sono a favore del progresso, quando questo è giustificato a migliorare le condizioni attuali, non al contrario.

Penso, ed è una MIA OPINIONE, che se la situazione continua di questo passo avremo come risultato una massa di persone, che potrebbero trascinare il mercato alla rovina, facendoci inondare da reflex entry level sempre più scrause e facendo salire i costi di macchine fotografiche serie.

Il mio invito non è quello di lasciar perdere le varie 4000d, 2000d, 1300d, e cosi via, ma quello di studiare di approfondire il mondo della fotografia che è affascinante e vario. Grazie allo studio possiamo essere più informati, più competenti e possiamo PRETENDERE dalle case produttrici una miglior qualità in generale dei prodotti, in modo da non farci trattare come "carne da macello" o meglio "carne buona per il mercato".

 

Tag(s) : #fotografia, #provocazione, #articolo, #reflex, #fotografo, #fotografi, #riflessione, #marketing, #canon, #nikon, #olympus, #fallimento, #moda, #tendenza, #social, #media, #nuovo, #usato, #mercato, #soldi

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: